LA GIUSTIZIA IN TEMPI RAPIDI

Che cos'è la Corte Arbitrale imolese

firma contratto
 

È un’associazione senza scopo di lucro composta da professionisti qualificati nata per diffondere, promuovere e gestire le procedure arbitrali come risposta alle esigenze di celerità e certezza nella soluzione delle controversie.

Anche a seguito dell’intervenuta soppressione della sezione locale del Tribunale, l’iniziativa muove dalla volontà di fornire una struttura di riferimento sul territorio imolese capace di garantire un’amministrazione della giustizia celere, imparziale e trasparente da parte di professionisti esperti nella materia controversa.

Gli organi della Corte

la giustizia in tempi rapidi

L’art. 3 dello Statuto prevede che gli organi della Corte Arbitrale sono Il Presidente, il Consiglio Arbitrale, l’Assemblea e il Consiglio dei soci fondatori.

Nella prima seduta, tenutasi il 15/12/2014, l’Assemblea, composta da tutti i 18 costitutori della Corte Arbitrale, ha nominato il Consiglio nella sua prima composizione il quale, a sua volta, ha nominato il Presidente, il Vicepresidente e il Segretario (che, per Statuto svolge anche funzioni di Tesoriere).

Il Consiglio Arbitrale, che ha durata di sei anni (quindi quello attualmente in carica decadrà il 15/12/2020) è attualmente composto da:

Presidente: Avv. Michele Taroni

Vicepresidente: Avv. Carmela Cappello

Consiglieri: Avv. Moira Asirelli / Avv. Juri Monducci (Segretario e Tesoriere) / Avv. Umberto Pirazzoli

L’Assemblea ha anche nominato il Consiglio dei soci fondatori che è composto da tutti i 18 costitutori della Corte Arbitrale.

 
 

CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO SOCIETARIO

Qualsiasi controversia avente ad oggetto rapporti sociali, comprese quelle relative alla validità delle delibere assembleari, promosse da o contro i soci, da o contro la società, da o contro gli amministratori, da o contro i sindaci, da o contro i liquidatori, saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento di arbitrato della Corte Arbitrale Imolese, da uno o più arbitri nominati in conformità a tale Regolamento. L’arbitrato sarà rituale e gli arbitri decideranno secondo diritto.

CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO RITUALE

Ogni controversia nascente da o collegata a questo contratto, o comunque relativa alla sua interpretazione, esecuzione, risoluzione, validità ed efficacia, sarà deferita alla decisione di uno o più arbitri, designati dalla Corte Arbitrale Imolese, in conformità al Regolamento di detta Corte. Gli arbitri decideranno secondo diritto con procedimento rituale e il lodo potrà essere impugnato anche per violazione delle norme di diritto relative al merito della controversia.

CLAUSOLA PER PERIZIA CONTRATTUALE

Le parti dichiarano fin da ora che, qualora insorgessero controversie in ordine a... (individuare la circostanza che richiede l’effettuazione di una perizia e specificare l’accertamento tecnico resosi necessario) convengono di demandare l’accertamento tecnico ad uno o più periti, la cui designazione, in caso di mancato accordo, è demandata alla Corte Arbitrale Imolese.

ESEMPIO DI COMPROMESSO ARBITRALE

I sottoscritti ... e ... premesso che tra loro è insorta una controversia avente ad oggetto ... convengono che tale controversia sarà risolta mediante arbitrato secondo il Regolamento della Camera Arbitrale Imolese. Il Tribunale Arbitrale sarà composto da uno o più arbitri, in conformità a tale Regolamento.

CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO IRRITUALE

Tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione al presente contratto, comprese quelle inerenti alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, saranno deferite alla decisione di uno o più arbitri, da nominarsi in conformità al Regolamento della Camera Arbitrale Imolese. L’arbitro, ovvero il collegio arbitrale, decideranno in via irrituale secondo diritto/equità.

 

Arbitri

ELENCO DEGLI ARBITRI

Alvisi Avv. Veronica, nata a Faenza (Ra) il 9 Agosto 1978

Asirelli Avv. Moira, nata a Imola (Bo) l'1 gennaio 1966

Cappello Avv. Carmela, nata a Polla (Sa) il 15 giugno 1965

Cappello Avv. Giovanna, nata a Imola (Bo) il 30 aprile 1970

Corradi Avv. Valentina, nata a Faenza (Ra) il 24 aprile 1973

Cottignoli Avv. Lorenzo, nato a Bologna il 19 dicembre 1976

Errani Avv. Caterina, nata a Castel San Pietro Terme (Bo) il 18 ottobre 1969

Farina Avv. Giuseppe, nato a Faenza (Ra) il 28 gennaio 1966

Focaccia Avv. Giovanni, nato a Ravenna il 10 Febbraio 1961

Gallegati Avv. Paola, nata a Imola (Bo) il 31 marzo 1967

Gottarelli Avv. Giuliana, nata a Castel Bolognese (Ra) il 28 giugno 1954

Martini Avv. Filippo, nato a Imola il 7 dicembre 1973

Marabini Dott.ssa Monica, nata ad Imola (Bo) il 24 agosto 1966

Medri Avv. Giovanni, nato a Ravenna l’1 marzo 1964

Monducci Avv. Juri, nato ad Imola (Bo) il 2 maggio 1975

Morozzi Avv. Stefania, nata a Imola (Bo) il 22 giugno 1970

Pirazzoli Avv. Umberto, nato a Bologna il 21 agosto 1961

Ravaioli Avv. Barbara, nata a Ravenna il 3 giugno 1969

Roi Avv. Ezio, nato a Medicina (Bo) il 18 Gennaio 1948

Soldati Prof. Avv. Nicola, nato a Modena il 25 luglio 1967
membro effettivo dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) del Collegio di Bologna

Strada Avv. Gabriele, nato a Imola (Bo) il 15 luglio 1974

Taroni Avv. Giacomo, nato a Imola (Bo) il 21 gennaio 1968

Taroni Avv. Michele, nato a Imola (Bo) il 15 gennaio 1965

Testa Avv. Giulia, nata a Castel San Pietro Terme (Bo) il 6 settembre 1981

La nomina dell’Arbitro per ciascuna procedura arbitrale avviene, in ordine alfabetico, attingendo il nominato dall’apposito elenco istituito presso la Corte. I requisiti per l’iscrizione nell’elenco degli Arbitri dal quale la Corte attinge per la nomina sono disciplinati dall’art. 4 del Regolamento.

Per l’iscrizione nell'elenco è necessario presentare apposita istanza alla Corte, inoltrabile anche via mail, ed è necessario possedere i seguenti requisiti:

a) possesso di competenze giuridiche e/o tecniche, comprovato dall'aver conseguito una laurea almeno quadriennale e da almeno due tra i seguenti titoli: (i) iscrizione ad un Albo professionale da almeno cinque anni (ii) pregressa esperienza derivante dall’aver redatto almeno un lodo arbitrale quale arbitro unico o 2 lodi arbitrali quale componente di collegio arbitrale (iii) formazione specifica, comprovando di aver partecipato ad un corso formativo di più lezioni in materia arbitrale;
b) capacità di agire;
c) godimento dei diritti civili nazionali;
d) condotta morale specchiata;
e) assenza di provvedimenti riduttivi o impeditivi dell'esercizio della professione;
f) assunzione dell'impegno formale ad applicare i principi del Codice deontologico approvato dalla Corte Arbitrale Imolese (Allegato C al Regolamento).

COSA FARE PER L’ISCRIZIONE NELL'ELENCO DEGLI ARBITRI

Per l’iscrizione è necessario provvedere al versamento della quota annuale stabilita dal Consiglio Arbitrale, attualmente pari ad euro 50,00.Il versamento può avvenire esclusivamente a mezzo bonifico bancario, nel conto corrente IBAN IT95I0503421002000000003284, indicando nella causale "[cognome e nome del richiedente] – quota anno corrente iscrizione elenco arbitri".Il pagamento della predetta quota può avvenire contestualmente alla presentazione dell’istanza di iscrizione. In tal caso l’iscrizione avverrà automaticamente, all’atto dell’accoglimento dell’istanza da parte del Consiglio Arbitrale, mentre in caso di rigetto la quota verrà interamente restituita. Il pagamento della quota può avvenire anche dopo la comunicazione dell’accoglimento dell’istanza di iscrizione, ma in tal caso l’iscrizione sarà sospesa sino all’effettivo versamento.

 

IL CONSULENTE TECNICO E L'ELENCO DEI CONSULENTI
TENUTO PRESSO LA CORTE

firma accordo

Carletti Geom. Cristina, nata a Imola il 7 Febbraio 1969


Gattamorta Arch. Gioia, nata a Ravenna il 10 Luglio 1960


Trebbi Dott. Comm. Roberta, nata a Bologna il 15 Marzo 1969


Vidoni Arch. Alessandro, nato a Udine il 9 luglio 1981


Nel corso del giudizio il Tribunale Arbitrale può nominare uno o più Consulenti Tecnici, attingendoli dall’apposito elenco costituito presso la Corte, a sua volta suddiviso per ambiti di specializzazione (es. medici, ingegneri, agronomi, ecc.).

I requisiti per l’iscrizione nell’elenco dei Consulenti dal quale il Tribunale attinge per la nomina sono disciplinati dall’art. 5 del Regolamento.

Per l’iscrizione all’elenco è necessario presentare apposita istanza alla Corte, inoltrabile anche via mail, ed è necessario possedere i seguenti requisiti:
a) iscrizione all'albo, collegio o registro professionale da almeno tre anni ed esercizio della professione specifica o, nel caso in cui l'attività non sia condizionata all'iscrizione ad un albo, collegio o registro professionale, l'esercizio della specifica attività oggetto di specializzazione da almeno tre anni;
b) capacità di agire e godimento dei diritti civili nazionali;
c) condotta morale specchiata;
d) assenza di provvedimenti riduttivi o impeditivi dell'esercizio della professione;
e) l'assunzione dell'impegno formale ad applicare i principi del Codice deontologico approvato dalla Corte Arbitrale Imolese.

Per l’iscrizione è necessario provvedere al versamento della quota annuale stabilita dal Consiglio Arbitrale, attualmente pari ad euro 50,00.

Il versamento può avvenire esclusivamente a mezzo bonifico bancario, nel conto corrente IBAN IT95I0503421002000000003284, indicando nella causale “[cognome e nome del richiedente] – quota anno corrente iscrizione elenco consulenti”.

Il pagamento della predetta quota può avvenire contestualmente alla presentazione dell’istanza di iscrizione. In tal caso l’iscrizione avverrà automaticamente, all’atto dell’accoglimento dell’istanza da parte del Consiglio Arbitrale, mentre in caso di rigetto la quota verrà interamente restituita.

Il pagamento della quota può avvenire anche dopo la comunicazione dell’accoglimento dell’istanza di iscrizione, ma in tal caso l’iscrizione sarà sospesa sino all’effettivo versamento.

 
parallax background
 

Inviaci un messaggio


 


Condividi questa pagina

Indirizzo


Viale A.Costa n. 22
40026 Imola BO
mappa

Contatti


telefono
+39 0542 231 40
+39 0542 233 70

e-mail
info@cortearbitraleimolese.it